Bentornato Wolfgang

wolfgang_fasser_africa_2Quando Wolfgang parte per l’Africa sono felice per lui: so quanto attenda, ogni anno, quel momento. Quando torna lo sono di più: mi piace immaginare il focolare della casa di Quorle di nuovo acceso.
Da ieri Wolfgang Fasser, caro amico e collaboratore della Fraternità, ha rimesso il suo pesante zaino in un angolo della sua camera. Due mesi e mezzo sono tanti e lo zaino è quindi gonfio di ricordi. Ormai è un rituale: tutto il percorso di incontri e di riflessioni che sviluppa ogni anno nasce da ciò che apprende a contatto con l’essenzialità e la forza vitale della gente del Lesotho. Lui porta in Africa la sua esperienza di fisioterapista, e torna indietro con un bagaglio di emozioni umane vive, asciugate da ogni retorica.

Ho ascoltato racconti di molte persone reduci da esperienze vissute nei Paesi poveri dell’Africa, dell’India, del Sudamerica, ma nessuno ha la forza di ciò che porta qui Wolfgang: perchè Wolfgang si è così lasciato addomesticare da quella cultura, si è reso così permeabile all’incontro da essere diventato lui stesso Africa. “Ntate Thuso”, “fratello aiuto” così lo chiamano ormai da più di vent’anni. Non è un secondo nome: è l’altro nome, il suo nome “africano”.

Ma cos’è che rende la gente d’Africa così speciale per Wolfgang? La voglia di vivere. “Noi – mi ha detto più volte – abbiamo paura della vita, loro nonostante le difficoltà materiali che devono affrontare, hanno invece una bellissima mentalità ‘pro vita’ . Hanno una grande forza di vivere, un’enorme fiducia anche se spesso non sanno cosa sarà domani”. 

Sanno stare insieme, sanno soffrire, sanno gioire. L’Abc della vita. E’ questo che ogni anno Wolfgang porta con sè quando torna dell’Africa.

 

 

Annunci

3 thoughts on “Bentornato Wolfgang

  1. Una lezione di vita attualissima per noi in tempo di crisi, così indifesi a vulnerabili,, e Wolfgang, oggi più che mai diviene per noi “Sorgente di Vita” per la testimonianza che ogni anno ci porta e sopratutto per come c’è la porta.

  2. Sono contentissima anche io della sua esperienza in Africa, ma soprattutto per il suo ritorno, così avrò la possibilità di risentirlo e rincontrarlo. Bentornato Wolfgang!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...