Una fede nuda

P1010135Vorrei innanzitutto ringraziarvi tutti per l’attenzione e la partecipazione con cui state accompagnando la nascita di questo nuovo spazio e per la bellezza e la profondità dei vostri commenti. E’ un incoraggiamento prezioso.
Mi piacerebbe cogliere l’occasione di fare subito un passo in più e condividere con voi la preparazione del nostro giornalino…

Stiamo cominciando a curare il prossimo numero che dovrebbe arrivare nelle vostre case per Pasqua.  Il tema è “Una fede nuda”. Se ci sono pensieri, idee, frasi, testimonianze che ritenete possano essere preziose su questo argomento, inviatele. Se volete direttamente a commento di questa notizia, o altrimenti scrivendo alla mail romenaweb@gmail.com.

Abbiamo tempo fino a fine mese. Gli spazi del nostro giornalino non sono enormi, ma, fin quanto sarà possibile, mi piacerebbe poter pubblicare qualcosa di vostro nello spazio riservato alle lettere o altrove. In ogni caso tutte le idee, gli spunti, le proposte ci saranno di stimolo.

Grazie, fin da ora.

giornalino di Romena

Annunci

9 thoughts on “Una fede nuda

  1. Una fede nuda per me è una fede sensibile, essenziale.
    Sensibile perché esposta alla vita, calata dentro la quotidianità. Non quella con il vestito della festa per intenderci, né quella con l’armatura che ti protegge dai colpi che, prima o poi, la vita porta con sé. Ma forse per questo è anche meno pesante, più agile …
    Per certi versi può essere anche una fede più fragile, ma proprio per questo forse più autentica: di quelle fedi che non hanno risposte preconfezionate per tutto ma si lasciano abitare dalle domande, dai dubbi che però son quelli che alla fine ti fanno camminare, rimanere in ricerca.
    Sì preferisco una fede nuda anche se meno “comoda”.

  2. Anche se non ho mai commentato qui, leggo sempre con interesse i vostri articoli.
    Mi piacerebbe poter scrivere qualcosa per il vostro giornalino…
    Mi piace molto quello che ha scritto Alessandra: una fede nuda è una fede vera, sincera. A mio avviso (ma può essere un pensiero errato) una fede che vive ciascuno di noi, lasciando stare chi, come parroci, la vivono in modo differente. Forse ho fatto un discorso contorto, ma il succo è questo: comunque la si viva, la fede va comunque diffusa.

  3. La fede nuda è quella di chi si sente amato e riama. Ci spogliamo di ogni nostro limite, debolezza e insicurezza di fronte all’Amato.
    La fede nuda lascia tutti i bagagli, e con la leggerezza di chi è consapevole di non aver nulla, scopre le ali librandosi nell’azzurro.
    La fede nuda ha la forma dell’accoglienza e lo stupore gioioso di sentirsi rivestita a Festa.

  4. Per avere una fede nuda………….
    devo spogliarmi dalla tristezza che impedisce al mio cuore di esplodere calore,
    devo spogliarmi dai gesti vuoti a cui non segue sentimento,
    devo spogliarmi dal mio parlare a cui non seguono opere,
    devo spogliarmi dalla mia sofferenza per accogliere la tua gioia,
    devo spogliarmi dalla mia sicurezza che mi rende inaccessibile…………………
    perchè una fede nuda è quella fede dove conta l’incontro, dove ci si lascia abbracciare…………….. come faceva Gesù per raggiungere il cuore del fratello.

  5. Caro Massimo, mi colpisce, seguendo il blog, il silenzio nelle pagine della fraternità circa il momento che come Chiesa stiamo vivendo, attraverso la scelta del Papa di dimetetrsi.
    Una scelta coraggiosa, un gesto umile, segno di fede nuda e piena umanità.
    Ripartire da qui per raccontare della fede nuda mi sembrerebbe un bel punto di partenza.
    Se l’esperienza di Romena, e’ inserita pienamente nella vita della Chiesa, e’ prezioso lasciarsi interpellare da quest’oggi che stiamo vivendo… Buon lavoro a te e a tutti gli altri per la costruzione del nuovo numero del giornalino.
    Buona domenica
    Diana Lenzi

    • Carissima Diana, concordo pienamente con te sulle dimissioni del Papa. Il silenzio che noti non è scelto, non è stabilito, è solo un bisogno di ascolto. Questa decisione non parla all’oggi, è orientata
      al futuro, ci sarà tempo e modo di parlarne. Ti abbraccio

      • Grazie Massimo. Il silenzio del blog su questo tema mi piace un sacco. Questo bisogno di ascolto è una cosa grandissima.
        Lo spirito Santo è proprio indisciplinato , ma non soffochiamolo ! Non parliamoci “sopra”. Ci basta esserci e fare nostro questo gesto , prestargli attenzione … e attendere con fiducia.
        E Parlando di fede nuda e se ricordo bene , commentando i comandamenti Padre Vannucci , con un intuizione improvvisa, invitava a leggerli al contrario. Così prestare attenzione a ciò che si desidera diventa il primo passo di un cammino.
        Ho provato a leggere il credo al contrario … eterna vita. Come sia possibile non lo so … magari ci si chiede di aver fiducia… e attendere . Se non è fede nuda questa che cos’è?

  6. “Fede nuda” mi fa venire in mente immagini: una candela nel buio di una camera e un libro di preghiere di Romena. Pulsanti, essenziali, semplici.
    Una passeggiata tra colline di argilla ed il canto di uccellini così lontano in cielo che nemmeno riesco a scorgerli, tanto da chiedermi se sia il richiamo di un angelo.
    Il sole al mattino che mi fa sentire la voglia di vivere un nuovo giorno e che c’è qualcosa oltre le scartoffie che mi aspettano in ufficio, la spesa, le pulizie. Ci sono sorrisi, gesti, parole gentili, il nostro sesto senso che se lo ascoltiamo ci accompagna, un soffio speciale e inaspettato sui nostri colli.

    La mia fede è spesso traballante, dubbiosa, incerta. Come un pozzo stretto e fondo, sulle cui pareti mi arrampico, incespico, cado, risalgo e mi interrogo. Intorno è buio, ma la sensazione di una soffice luce alla sommità mi spinge a muovermi e non rimanere ferma.

    Grazie per questo spazio che ci permette di esprimerci ed arricchirci.
    Vi conosco poco di persona per ora, molto virtualmente. A presto.

  7. Fede nuda è non lasciare che la “burocrazia” soffochi lo spirito.
    Fede nuda è attendere sul terrazzo che un figlio sbocci.
    Fede nuda è voglia e attesa di ritornare a casa.
    Fede nuda è attendersi tutto da un Altro.
    Fede nuda è “timore e tremore”
    Che la fede è nuda è tutto quello che sappiamo sulla fede.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...