L’incontro secondo Maggiani

maggiani_romena_2012-240Mi piace da impazzire quel ‘geniaccio’ di Maurizio Maggiani. Un grande scrittore, uno straordinario affabulatore e, soprattutto, un amico di Romena. Che se lo ascolti, e quando lo ascolti, senti che ti arriva sempre qualcosa di inedito, un vento nuovo, imprevisto, spiazzante.

In questo blog, ogni tanto, vi proporrò alcune delle sue ‘perle’. Oggi comincio con un pensiero che, più che spiazzare, ci mostra la bellezza e l’imprevedibile forza  che possiamo sprigionare nell’azione più semplice : nell’incontrarci.

Maurizio dice, di aver fatto tesoro di quanto gli insegnava il prof di fisica alle magistrali: “Quando due elementi si incontrano, quando l’ossigeno e l’azoto si incontrano, non è che dopo ritrovi l’azoto, o l’ossigeno: no, tu trovi un’altra cosa. Questa è la prima scoperta produttiva che ho fatto nella mia vita“.
Che cos’è, allora, un incontro? Un incontro – dice Maggiani – è quando due atomi, due molecole, due corpi, due uomini, si sfiorano. E solo per il fatto di sfiorarsi, cambiano irrevocabilmente la loro direzione.
Questo è un incontro. Che sia fra due particelle subatomiche o fra due uomini, poco importa, perchè incontrandosi cambia la loro direzione e quindi la loro vita, in qualche modo, da qualche parte, cambia. 

Può bastare uno sguardo, una parola, un’attenzione, un gesto. E la nostra vita, anche impercettibilmente, cambia di direzione.  Questa è la forza dell’incontro.  Una forza propulsiva che muove la nostra vita, e quella degli altri.
“Io  – sostiene Maggiani – non voglio nient’altro nella vita che incontrare degli uomini, delle donne: incontrare! “.
Personalmente, mi sento di sottoscrivere.

Ps Questi pensieri di Maurizio sono stati pubblicati in “Uno strano amore – nuovi compagni di viaggio”. Anche di questo lavoro (libro+dvd), realizzato dagli amici dagli amici Stefano De Martin, Umberto Benedetti e Francesco Ritondale per le Edizioni Le Piagge, avremo modo di parlare…

Annunci

4 thoughts on “L’incontro secondo Maggiani

  1. Immenso il mio il desiderio di incontrare le persone, voglia di condividere e d’imparare, voglia di togliere la maschera, guardarsi negli occhi e scoprire che viviamo tutti le stesse paure ed abbiamo tutti un enorme bisogno d’amore. Dio ci ha fatto a sua immagine e somiglianza perché attraverso gli altri arrivassimo a Lui, perché solo nell’amore per l’altro è possibile vincere le ns. singole solitudini e trovare il coraggio di vivere.

  2. Indimenticabile l’ultimo incontro a Romena, quando ci descriveva la sua famiglia contadina del dopoguerra con qualche molecola in transizione industriale e la descrizione della Fornace, fabbrica di mattoni di Molicciana, dove lavorava la zia, che un mio amico lunigiano, con cui avevo condiviso il video di quel memorabile incontro ha definito “… la famosa Fornace Filippi, ancora lì, vuota di tutti i suoi macchinari come uno scatolone aperto cotto dal sole!
    Un bellissimo spaccato…

    • La fornace è lì a Molicciara (attenzione , non Molicciana !) vicino a Castelnuovo Magra in provincia di La Spezia o semplicemente Spesia come la chiama chi ha una certa confidenza con questi luoghi, luoghi particolari dove la toscana si interseca con la liguria , dove la Lunigiana quella in provincia di Massa-Carrara , culla questo pezzo di liguria e dove i liguri-apuani appunto un pò liguri un pò toscani delle alpi apuane , hanno forgiato il carattere libero della popolazione. …………… basta leggere Maggiani Maurizio !

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...