Stare al mondo

220px-Arundhati_Roy4Il viso dolce di una donna forte. Arundhati Roy. L’abbiamo conosciuta con “Il Dio delle piccole cose”, apprezzata per il suo impegno nelle battaglie per un mondo meno squilibrato, più giusto. La scopriamo, qui, in poche, luminose parole scritte a un’amica: un messaggio per dire ciò che, per lei, ci serve per stare al mondo.  Un decalogo semplice. Da condividere.

Arundhati Roy, lettera a un’amica*

Amare. Essere amati.
Non dimenticare mai la propria insignificanza.
Non abituarsi mai alla violenza indicibile
e alla volgare disparità della vita che ci circonda.
Cercare la gioia nei luoghi più tristi,
inseguire la bellezza là dove si nasconde.
Non semplificare mai quello che è complicato
e non complicare quello che è semplice.
Rispettare la forza, mai il potere.
Soprattutto osservare. Sforzarsi di capire.
Non distogliere mai lo sguardo. E mai, mai dimenticare.

Arundhati_Roy3*Il testo, che potete ascoltare dall’autrice in questo filmato, è stato pubblicato nel libro “Guerra è pace” (Guanda)

Annunci

5 thoughts on “Stare al mondo

  1. Sono andata a rispolverare il romanzo di questa scrittrice. L’avevo letto tanti anni fa , ma forse con poca attenzione perchè non ricordo quasi nulla. Lo rileggerò perchè mi sono incuriosita , perchè il decalogo che è stato pubblicato qui stasera è pieno di verità e di suggerimenti così preziosi….anzi lo stampo e lo attacco in cucina, in ufficio e pure in macchina.. .Con un pò di buonavolontà, non è difficile da seguire …a parte quell’ “Essere amati” che a me proprio non riesce molto bene! Devo impegnarmi di più…

    • Amare. Essere amati.
      Tutta la vita ad imparare.
      Quell’amare per me vuol dire amare per prima, senza aspettarmi ricompensa o gratitudine..
      Essere amati non dipende da me. Io posso solo impegnarmi nell’essere amabile…
      Ho detto quello che penso, non ho detto che sia facile da realizzare…

      • e’ vero Carola, è l’impegno di tutta una vita, amare per primi senza aspettarsi niente , farsi bastare la pace del cuore ed accettare che, nonostante l’impegno, ci siano persone a cui non andiamo mai bene lo stesso. Seguiremo allora l’altro consiglio della Roy : “sforzarsi di capire” e che lo Spirito Santo ci venga in aiuto 🙂

  2. “Amare” non esige perfezione, ma autenticità, sincerità.
    Vi sono momenti in cui dobbiamo dare di più di quanto riceviamo e questo vuol dire anche amare per primi, ma ve ne saranno altri nella nostra vita in cui avremo bisogno di ricevere più di quanto saremo in condizione di donare, di essere amati per primi … Penso sia una alternanza di gratuità, nel dare ma anche nel saper ricevere. L’importante è provare a non tenere il conto nel “pallottoliere”, complicato ma affascinante come sfida per una vita intensamente vissuta.

    • né il conto nel “pallottoliere” né il tempo nel “cronometro” per misurare la velocità di riscontro e di risposta al nostro amore. Già……però è dura, soprattutto quanto all’altro non importa niente di tutto questo amore….

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...