Suor Linda e il sole

suor linda1Piove. Siamo tutti un po’ contagiati da questi giorni di nuvole e freddo, da questo maggio in odor di novembre. Per questo ho pensato di raccontarvi di una persona che porta il sole, un sole colorato, vivo, scoppiettante di fantasia e di creatività. Si chiama Suor Linda e ora ve la presento. Se poi vorrete conoscerla di persona basterà venire domenica prossima a Romena. Lei sarà lì. E se ci sarà lei, ci sarà anche il sole…

linda2Linda Frola. Il primo flash di ricordo che ho su di lei la ritrae a fianco del caminetto nella sala al piano terra di Romena. Frequentava uno dei nostri corsi. La storia di Romena era cominciata da poco e così il suo cammino di suora francescana. Scambiammo alcune parole, servivano a accontentare il mio stupore: Linda era una delle prime religiose che partecipavano alle nostre attività.

Molti anni dopo, credo da un giornale, venni a sapere di una suora che aveva un’anima clown, e che faceva spettacoli di magia. La cercai, le parlai di Romena, ma non servì: sapeva già tutto. Ovvio, era la stessa persona di quel giorno, al caminetto. Linda, suor Linda alias Maga Maghella.
Possibile? Lei col saio marrone, lei con i capelli raccolti nell’abito era la stessa persona col naso rosso e il viso truccato, con la giacca gialla e il vestito color arcobaleno? Ma lo stupore aumentava vedendola all’opera: un vulcano di fantasia nel fare i giochi, sì, quelli in cui ci sono foulard da cui appare e scompare di tutto, corde tagliate che ritornano intere, cappelli da cui escono colombe, carte nascoste e misteriosamente indovinate, insomma l’armamentario di un Silvan, nelle mani sapienti e leggere di una suora. Ma come le era venuto in mente? E perchè?

Facciamo un paio di passi indietro. Lasciamola crescere nelle campagne del bresciano. Vita semplice, nella natura, la fede della nonna come un esempio da portare dentro, e poi un film, “Fratello sole sorella luna” che a quindici anni le scuote prepotentemente il cuore, senza darle un motivo.
Lo scopre molto più avanti, quando scende nei luoghi di Francesco, ad Assisi e alla Verna per poi restarci. Lascia il vestito bianco da infermiera, indossa quello marrone da suora. Non è un cambio d’abito, ma di vita.

linda3E il naso rosso? Quello ancora non c’è. Il primo che vede spuntare è su un pullman che porta un gruppo di ragazzi disabili a Lourdes. Ce l’hanno alcuni animatori. Guarda loro, guarda le reazioni dei ragazzi. Perché no? Si dice. E comincia, comincia da sola, comincia per gioco. In fondo, è un gioco.
E poi via. Linda si affida al vento della fantasia cui ha offerto la sua vela. E sente che tutto questo non è solo collegato alla fede, è proprio un modo di comunicarla. Ha scritto Hermann Hesse: “Arte significa: dentro ogni cosa mostrare Dio”. Ma per Linda ancor più incoraggianti  sono le parole con cui Giovanni Paolo II saluta i circensi: “Potete essere sicuri che quando gli uomini hanno come mestiere di offrire un po’ di felicità, Dio non resta fuori della festa”.

E così Linda si offre. Si offre a chi la chiama, è la scia di colore che anima le feste in tutti quei luoghi dove ci siano bambini, ragazzi diversamente abili, situazioni di bisogno da alleggerire con un sorriso.
Il suo servizio non è solo quello di portare gioco e leggerezza, ma anche di raccontare Gesù con l’aiuto della fantasia. Insegna religione in una scuola di Firenze, Linda, e ha sperimentato sui suoi ragazzi quanto sia importante accompagnare la parola con un racconto vivo, animato, arricchito dallo stupore. Siamo in una civiltà televisiva, i bambini, e non solo loro, sono così abituati al ritmo incalzante delle immagini da distrarsi con enorme facilità se chi si rivolge a loro non sa attirarli in modo avvincente.
E così negli anni Linda sceglie alcune parabole del Vangelo e le trasmette nel modo suo, vivo, colorato, sorprendente. I bambini reagiscono con un’attenzione totale. Questo conta: conta appoggiare la Parola perché trovi dove posarsi nel modo più libero e liberante.

Non è una sua invenzione. La storia ci racconta che anche Don Bosco utilizzava giochi di magia. Ma Linda lo ha scoperto solo dopo, in particolare quando ha voluto comprendere a fondo il senso del suo cammino. “La mia piccola esperienza – ha scritto nell’introduzione alla sua tesi di laurea dedicata proprio a questa sua attività – ha alla base un grande “sogno”, quello di riuscire, attraverso il metodo narrativo, l’arte del gioco di prestigio, un pizzico di fantasia e una buona dose di gioia, a far “immaginare” ai bambini, e non solo, il Dio di Gesù Cristo come qualcuno di vivo e vero, qualcuno molto vicino a loro perché possano avere il coraggio e il desiderio di sperimentarlo concretamente nella vita di tutti i giorni”.

linda4La carica vitale, la fede appassionata di suor Linda emerge benissimo nei suoi giochi,  nel modo che ha di proporli. E questo crea un effetto straordinariamente coinvolgente: i piccini si divertono di sicuro e i grandi, se mollano un po’ le redini, forse ancora di più.
“L’immaginazione – ha detto Albert Einstein – è più importante della conoscenza. La conoscenza è limitata, l’immaginazione circonda il mondo”. Non a caso vi posso garantire che domenica a Romena, con Linda, ci sarà il sole. Il sole comunque. Il sole dei suoi colori. Il sole della fantasia.

Annunci

6 thoughts on “Suor Linda e il sole

  1. L’anno scorso sono venuta a Romena quando c’era suor Linda, è stato veramente divertente, sia per i piccoli che per i grandi. Se foste più vicini ci sarei sicuramente domenica, ma non posso venire. Se suor Linda fosse più vicina l’avremmo già invitata nella nostra parrocchia per i nostri bambini, perchè è veramente brava e simpatica

    • Ciao non so da dove scrivi ma sappi che io giro anche fuori Firenze per gli spetacoli magari ci si sente via mail se desideri ciao suor Linda

  2. abbiamo visto un tuo spettacolo a santa croce sull’ Arno lo scorso 01 dicembre,sei stata fantastica!!! grazie a Dio per averti incontrato.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...