Alberto Maggi: ‘Siamo parte di un progetto d’amore’.

alberto maggi“Siamo parte di un immenso progetto d’amore. Che cosa possiamo temere?” Dentro la testimonianza sulla fiducia di padre Alberto Maggi questa sola frase ha il potere di chiarire tutto. Perchè sentire questo, sentirlo fin nelle viscere, vuol dire disinnescare ogni ansia, vuol dire vivere sapendo che tutto ciò che accade non produce morte, ma vita.

“Siamo parte di un progetto d’amore”. Questa frase di padre Alberto innesca tutto il libro sulla Fiducia, il secondo della collana sulla Via della resurrezione, che ho curato per le Edizioni Romena sviluppando una lunga conversazione con il frate marchigiano.

WP_20160209_12_47_05_ProNel libro, che presenterò domenica prossima a Romena anche utilizzando vari estratti filmati dell’intervista, padre Alberto più che parlare della fiducia, prova a trasmetterla, offrendola a piene mani dalla sua esperienza di vita. L’esperienza di un frate scomodo, spesso rifiutato per le sue posizioni libere e aperte, l’esperienza di un uomo che tre anni fa è stato per tre mesi in bilico tra la vita e la morte per un grave problema al cuore.
Vi anticipo qui sotto uno dei passaggi più significativi che potrete trovare nel libro…

 

libro fiduciaDio trasforma tutto in bene


C’è una frase del Vangelo che è alla base della mia fede. E’ quando Paolo, nella lettera ai Romani, dice che il Signore tutto trasforma in bene. Ma attenzione, non è che tu leggi questa frase, le credi e la vivi. E’ la vita che ti fa vedere che questo è vero.

Così anch’io nella mia vita ho affrontato molte avversità, ma il Signore ogni volta dal male che veniva fatto ha ricavato un bene ancora maggiore.
Quando nessun convento mi voleva, un biblista spagnolo, Juan Mateos, mi accolse nella sua comunità. E un fatto negativo come quello, l’essere rifiutato da tutti, diventò positivo perché Mateos è diventato il mio maestro. E allo stesso modo quando fui mandato via dall’eremo di Ronzano, a Bologna, arrivò la chiamata per studiare all’École biblique di Gerusalemme. Anche qui da un’esperienza negativa nasceva un positivo più grande mille volte: studiare lì era sempre stato il mio sogno.

Più di recente collaboravo alla trasmissione Uno Mattina di Rai Uno e durante una puntata mi espressi a fianco degli omosessuali e dei loro diritti. Scoppiò un putiferio e la mia collaborazione fu interrotta. Qualche giorno dopo mi giunse la lettera di un giovane omosessuale di Lugano: mi raccontava che quella mattina aveva preso la decisione di suicidarsi per la fatica di vivere la sua condizione. Le mie parole in diretta tv lo avevano fatto desistere. “Qualunque cosa le capiterà nella vita – diceva – sappia che lei di vite ne ha salvate una. La mia”.

E’ importante in ogni situazione, anche nelle più difficili, sapere che il Signore tutto trasforma in bene. Certo, a volte magari non vediamo subito il positivo, il vantaggio non sarà come noi lo vogliamo. Mi dirai: come si possono dire queste cose a persone che vivono drammi immensi come perdere un figlio? Non si può dire al momento, al momento è soltanto il momento dell’abbraccio, poi con il tempo…. mi dicono che è vero: che anche da una situazione di enorme grande dolore può nascere tanto bene.

Dentro di noi abbiamo compresse tante energie d’amore e pian piano le rilasciamo nel corso della vita. Gli eventi che ci capitano, positivi o traumatici, ci permettono di liberare queste energie.

Ora, davanti allo stesso avvenimento negativo, noi vediamo che ci sono persone che vengono annientate e persone che rifioriscono. E questo ci mostra come non sia decisivo l’avvenimento, decisivo è quello che uno ci mette dentro.

 

Annunci

3 thoughts on “Alberto Maggi: ‘Siamo parte di un progetto d’amore’.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...