Il prete e l’artista: cronaca di un duetto speciale

“E’ stata un’emozione incredibile ascoltare don Gigi. Ma soprattutto è stato per me un grande onore stare sul palco con lui”.
Simone Cristicchi ha concluso così la serata di Arcidosso, nell’Amiata grossetano, prima di salutare il pubblico sulle note di “C’è tempo” di Ivano Fossati.
E’ stata una serata speciale, senza precedenti.
Il nostro don Luigi Verdi l’ha costruita prima raccontando il suo cammino personale, la crisi che ha vissuto e le scelte che lo hanno portato a fondare e a far crescere la Fraternità di Romena, e poi seminando alcuni semplici spunti sulla qualità del vivere e dell’amare che sono al centro degli incontri che sta sviluppando quest’anno, con il titolo “Le poche cose che contano”…

Continua a leggere

Annunci

Accanto a Lisa, col cuore

“Vi siamo vicini, con la preghiera, con la vicinanza fraterna, con tutta la nostra amicizia”. Questo messaggio è stato inviato dalla Fraternità di Romena alla famiglia di Lisa Biancucci, la ricercatrice italiana gravemente ferita durante un agguato terroristico a Turku, in Finlandia, agguato che è costato la vita a due persone e  il ferimento di altre otto.
Uno scambio né formale, né casuale: la famiglia di Lisa, che è di Bibbiena, conosce bene la nostra realtà. Lisa ha frequentato il corso pre matrimoniale e si è poi sposata con Fabio a Romena.
Non solo: appena due settimane fa tutta la famiglia era alla pieve per vivere un momento importante: il battesimo della primogenita. Sì, proprio lei, la bambina di 6 mesi che era nel passeggino mentre la mamma veniva colpita alle spalle da una coltellata.

Così ieri don Luigi Verdi ha contattato telefonicamente la mamma di Lisa, la nostra Luciana Rosi sua sorella.
Un filo diretto per far arrivare, per ora indirettamente, a Lisa il nostro calore, il nostro esserci, e anche per farle sentire la presenza di quel luogo dove ha deciso di vivere alcuni dei momenti più importanti della sua vita.
Continueremo a tenerci in contatto con loro per accompagnare il decorso ospedaliero e il suo recupero dopo questa esperienza terribile.
Nel frattempo ciascuno come vuole, come pensa, può appoggiarsi a questo filo di contatto. E dedicare a Lisa un pensiero, una preghiera, un incoraggiamento.
In qualche modo, impalpabile, tutto questo filtrerà dalla finestra di una camera di ospedale, nella lontana Finlandia, portando quella speranza del cuore che, ne siamo certi, la aiuterà a rimarginare più in fretta le ferite.

Il compleanno di suor Rita e Vittoria

L’ho saputo per caso, stamani. Un messaggio via whatsapp: “Sai, oggi sono dieci anni che siamo qui a San Pancrazio”. Era nel loro stile: delicato, rispettoso, attento a non invadere. Però quella notizia mi ha così riempito di gioia che non potevo trattenerla.
Per questo la condivido con voi.

Esattamente 10 anni fa, dunque, suor Rita Lenzi e Vittoria Clemente oltrepassarono il loro Rubicone. La prima veniva da 23 anni di vita monastica, la seconda da 5. Non volevano affatto lasciare la vita religiosa, ma viverla ancora più profondamente.
San Pancrazio, quella bellissima canonica  in mezzo alla foresta che corre verso il Pratomagno, non lontano da Romena, sembrava le aspettasse.
Due donne, fuori dal convento, per loro scelta, esposte all’ignoto. Da sole.
Per questo oggi è il ‘loro’ compleanno: il 9 agosto del 2007 la loro vita è nata di nuovo, per loro scelta…

Continua a leggere