La Compagnia delle arti e la sua onda di emozioni

Quando cominciò il suo cammino, nel 1999, la Compagnia delle arti di Romena scrisse nel suo statuto che il suo obiettivo era di ‘portare un sorriso’ nei luoghi dove ce ne fosse stato più bisogno: case di riposo, ospedali, centri disabili.
Lo strumento scelto per realizzare tutto questo era la creatività in tutte le sue forme più colorate: la musica, il ballo, la comicità, l’autoironia.
Negli anni, dopo aver fatto centinaia di spettacoli, animazioni, feste, la Compagnia ha capito che, per centrare il suo obiettivo, doveva allargarlo: portare un sorriso non era sufficiente. Il sorriso bisognava anche saperlo ricevere. E condividere.
Se domani, domenica 15 aprile, passate dalle parti di Grassina (Firenze) potrete constatare in diretta cosa significhi tutto questo. La Compagnia delle arti si metterà in gioco con un nuovo spettacolo di sketch, canzoni, balletti allestito insieme a ragazzi e ragazze di sei associazioni che si occupano di disabilità.
Non c’è altro da sapere. Per un pomeriggio fidatevi di questa onda di emozioni che abbatterà ogni barriera, ogni convenzione. Per un pomeriggio fidatevi della vita che è molto più grande di come la rappresentiamo, giudicando le persone con i nostri stereotipi.
Per un pomeriggio assistete con noi alla gioia autentica di sentirci, perché lo siamo, tutti meravigliosamente diversi ma, straordinariamente, uguali.
Ore 16, circolo Acli di Grassina, Firenze (ingresso libero).
E se non potrete venire fateci almeno sentire, da lontano, il vostro “In bocca al lupo”…

Annunci

2 pensieri su “La Compagnia delle arti e la sua onda di emozioni

  1. Cari tutti Buona serata.
    Non potrò essere con voi ma vi auguro in bocca al lupo. E sarà come esserci con il cuore e con la mente. Molto bello questo pensiero che riporto:
    “Fidatevi della vita che è molto più grande di come la rappresentiamo, giudicando le persone con i nostri stereotipi.
    Per un pomeriggio insieme a voi e vivremo insieme la gioia autentica di esserci, sentirci esistere, perché lo siamo, tutti meravigliosamente diversi, e tutti, straordinariamente, uguali”.
    Un abbraccio a voi tutti da Maria Francesca.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...