Bruno Tognolini, il poeta che parla al cuore dei bambini

Per gli adulti è un moderno Gianni Rodari. Perché mette in poesia e in rima il mondo.
Per i bambini è un affascinante gnomo saggio che viene da un bosco di libri. Perché conosce mille storie, e ha il dono di coinvolgere e divertire quando le racconta.
Per tutti quello con  Bruno Tognolini non è solo un incontro. Ma un’esperienza. L’esperienza di toccare la poesia, di vivere la poesia, di divertirsi, giocare, cantare con la poesia.  Un’esperienza che potremo fare anche a Romena, domenica prossima.
La mattina (ore 11.30)  Bruno parlerà agli adulti, nel corso del convegno “Tornare a immaginare”. Ma il pomeriggio sarà tutto per i bambini, solo per i bambini. E allora, cari genitori: fissate bene questo appuntamento speciale: Domenica 4 novembre, ore 15, Romena, sala del mandorlo.
Non permettete che i vostri figli perdano questa occasione speciale. L’ingresso è liberissimo. E se volete saperne qualcosa di più sul protagonista, leggete qui sotto…

Bruno Tognolini è nato a Cagliari nel 1951. Da bambino gli piaceva leggere e costruirsi i giocattoli con legnetti, chiodini e spago. Ha cominciato a scrivere quando ha capito, da lettore, che le storie erano come quei giocattoli: poteva costruirsele da sé. E così è diventato scrittore per bambini. Ha scritto una cinquantina di libri, dal 1992 una cinquantina, ha scritto testi per due tra le più famose trasmissioni tv per bambini, l’Albero Azzurro e la Melevisione, teatro e canzoni. Ha vinto anche due Premi Andersen; il suo ultimo romanzo, IL GIARDINO DEI MUSI ETERNI, è Libro dell’Anno a Fahrenheit Radio Tre (prima volta di un libro per ragazzi), finalista del Premio Strega Ragazzi, e vincitore del Premio LiBeR Miglior Libro 2017.

“La poesia – sostiene Bruno – è “utile bellezza,” “e ha due ali: quella del senso e quella del suono. A volte ci sono poesie che dicono, ma non suonano, ce ne sono altre che suonano ma non dicono. Per volare alto le due ali devono essere lunghe uguali”.
Appuntamento a Romena, per provare a spiccare il volo. Insieme a Bruno.

 

 

Annunci

Una chiesa in fiamme, il ‘grazie’ di Lidia Maggi

Ieri, come tantissimi altri amici, abbiamo sentito il bisogno di far sentire a Lidia Maggi e alla sua comunità la nostra vicinanza a seguito dell’incendio doloso che ha gravemente danneggiato la chiesa evangelica di Varese. Stamani Lidia ha scritto sul suo profilo Facebook questo messaggio di risposta che voglio condividere con voi senza alcun commento. Solo con l’invito a leggerlo…

Continua a leggere

Una chiesa in fiamme, la solidarietà di Romena a Lidia Maggi e alla sua comunità

“Un incendio doloso, nelle prime ore di ieri, ha reso inagibili i locali della mia amata comunità: la chiesa battista di Varese”.
Solo due righe e una foto pubblicata sul suo profilo facebook non possono tener dentro tutto il dolore e la rabbia che in questo momento devono provare Lidia Maggi e i membri della sua comunità.
Quelli possiamo immaginarceli.
E ancor prima di sapere perché, e non è una domanda da poco, ma spetta alle forze di polizia cercare di scoprirlo, vogliamo far arrivare a Lidia e a tutta la sua comunità il nostro abbraccio e la nostra vicinanza.

Pastora della chiesa battista, Lidia è una delle più belle, aperte, autentiche  voci della spiritualità che abbiamo avuto modo di incontrare. A Romena abbiamo da tanti anni il dono della sua amicizia. E’ un motivo in più per farle arrivare a distanza il nostro abbraccio e l’invito, rivolto a tutta la comunità battista, a non scoraggiarsi. A ripartire. Noi siamo con voi.

A Daniela

In questi giorni stiamo completando la stesura del nuovo numero della rivista trimestrale, quella che tutti conoscono come “Il giornalino”. E’ un lavoro di cuore per provare a trasmettervi i momenti e gli incontri più belli del cammino di Romena. Per me che curo questa rivista da quasi vent’anni questo numero ha un sapore speciale. Per la prima volta mancherà infatti una collaboratrice preziosa. Daniela.
Daniela Patucchi era una amica e una sostenitrice del nostro lavoro, e da una vita ci aiutava nella delicata fase di verifica finale di ogni giornalino e di tutti i libri delle Edizioni Romena.
Daniela era molto di più di quello che faceva per noi. Una grande mamma, una donna generosa che dava aiuto a realtà preziose del territorio. Ma anche il contributo che dava alle nostre riviste con la sua correzione parlava di lei, della sua passione disinteressata, del suo calore umano.
Per questo nel prossimo numero del giornalino ho voluto che lei ci fosse comunque, con il ricordo che vi anticipo qui…

Continua a leggere