Luigi Verdi racconta il “tempore famis”

Quindici minuti per abbracciare in un’unica traiettoria di volo questi ultimi tre mesi della nostra vita, per provare a leggerli, per provare a capire come ci hanno cambiato. E’ questo il contenuto di questa video-intervista-video a don Luigi Verdi.
L’intervista è stata realizzata dal direttore di Teletruria Luca Caneschi.
Una circostanza non casuale. Luca, il giorno stesso in cui cominciammo, a inizio marzo, il percorso quotidiano di filmati, di riflessioni, di meditazioni, mi chiamò chiedendomi la possibilità di ritrasmetterli ogni sera sulla sua emittente, una delle più seguite di tutto il centro Italia. Da quel giorno, e per oltre due mesi, Teletruria ha rilanciato tutti i nostri filmati, offrendoci nuovi spazi di incontro con le persone, soprattutto di quelle del territorio in cui viviamo.
Questa intervista completa questo primo periodo e, idealmente, lo riapre, affacciandosi sul futuro che ci attende.
Nel dialogo troverete tante delle domande di senso che ciascuno di noi si è posto in questo periodo, tante riflessioni sul significato di quanto è avvenuto, su come potrà incidere sui nostri cammini personali e collettivi, e naturalmente sul ruolo di spazi spirituali come Romena, anche alla vigilia delle prime riaperture (domenica a Romena verrà di nuovo celebrata la messa).
L’intervista, che è andata in onda nel talk show di Teletruria “Caffè bollente”) è il sigillo di una collaborazione bella e spontanea dell’emittente aretina con la nostra Fraternità. Una collaborazione  che continuerà ancora.

Erri De Luca e il suo compleanno numero 70

“Quando mi chiedono ‘come stai?’, io rispondo: ‘ancora’, avverbio provvisorio di tempo”. Questa battuta arrivò al termine di un’intervista che gli feci un paio di anni fa, nella sua casa nella campagna romana.
Forse Erri De Luca avrebbe forse risposto così anche oggi, davanti alla domanda più inevitabile, nel giorno del suo settantesimo compleanno.
Come stai Erri? Ma per sfuggire a queste e a mille altre domande, o, meglio, per seguire il richiamo più forte, Erri ha disertato la folla e scelto la montagna.
“Andrò a scalare da solo” ha detto all’agenzia Ansa. Oggi quindi De Luca ci guarda e si guarda dall’alto di una cima, per un bisogno fisico di contatto con la terra, ma anche per accedere all’abbraccio immenso della natura: “In montagna – mi disse nella stessa intervista – la mia porzione fisica è insignificante nella vastità. C’è un rapporto giusto tra la mia taglia e la taglia del mondo”.

70 anni, a confronto con la ‘taglia del mondo’, sono molto poco. Ma di quel poco a noi è arrivato parecchio. Per questo ci piace   pensarlo, oggi, se non festeggiarlo. E tenere a mente, più di sempre, i suoi scritti, i suoi libri, il suo stile. E dirgli “grazie”, semplicemente.
Fu proprio con quella parola che si concluse l’incontro di due anni fa. Alla richiesta di una frase o di un segno che lo avesse particolarmente colpito, Erri mi rispose così:
“Sul muro di un centro per la riabilitazione di ragazzi provenienti da gang giovanili, a Los Angeles, ho trovato questa scritta: “Sii ossessivamente grato”. Mi è piaciuta molto. Si tratta proprio di questo: essere ossessivamente grati, malgrado tutto, malgrado l’opposto, malgrado l’evidenza contraria”.

A Romena siamo molto legati a tanti scritti di Erri, che ci hanno accompagnato soprattutto nei primi anni della Fraternità. Lo scrittore napoletano ci dedicò anche un bellissimo incontro, che trasformammo nel libro-intervista “In molti giorni lo ritroverai”.  Il libro è ancora disponibilie sia nel formato cartaceo che come e-book. L’introduzione, che spiega i motivi del legame che Romena sente con la scrittura di Erri,  potete leggerla anche qui sotto.
Nel filmato invece potete trovare i passaggi dell’intervista più recente che vi ho citato e altri momenti di quell’incontro nella sua casa, in cui Erri ci parla del valore della scrittura, delle sue letture bibliche, di morte, di natura, di silenzio, di vita e di amore.

Introduzione – In molti giorni lo ritroverai

A Ezio

Hai sparso come grano la gioia del creare,
in una semina infinita di bellezza,

hai nascosto il dolore in una smorfia
trasformata in sorriso,

hai dato tutto quello che non avevi
succhiando ogni sorso di vita.

Avrei voluto conoscerti anche solo per
vedere la luce dei tuoi occhi mentre suoni,
anche solo per respirare l’energia
che vibra con la tua musica.

Ora voli, perdendoti nello stesso infinito
che cercavano le note del tuo pianoforte.

Dò un bacio al cielo,
e ti prego
di accogliere, tra mille,
anche il mio piccolo grazie.

                                              Massimo

Alberto Maggi e la fiducia “in tempore famis”

Fiducia. Ne serve tanta, soprattutto in questa fase storica così incerta, così difficile. Un nostro piccolo, ma prezioso contributo, è contenuto in un piccolo grande libro da noi pubblicato alcuni anni fa, in cui Alberto Maggi, frate, teologo, appassionato divulgatore dei Vangeli più che spiegarci la parola Fiducia, ce la trasmette. Il libro, frutto di una lunga e intensa conversazione di padre Alberto con me, è da oggi disponibile, oltreché in formato cartaceo, anche come e-book (a soli 3 euro). Potete trovarlo qui: https://romenaccoglienza.it/catalogo/…
In questo filmato potete vedere e ascoltare padre Alberto a confronto con alcuni interrogativi centrali legati alla fiducia e affrontati nel libro. Come si può mantenere la fiducia davanti ai rischi, alla difficoltà della vita e alle angosce del quotidiano? Cosa vuol dire avere fiducia in Dio? Padre Alberto risponde offrendo anche il frutto delle sue esperienze di vita: nel 2012 è stato per tre mesi in ospedale, in bilico tra la vita e la morte.

Continua a leggere

“Tempore famis”: da oggi è disponibile online la nostra rivista

E’ disponibile da oggi per tutti voi il nuovo numero della nostra rivista trimestrale, quello che conosciamo, familiarmente come “Il giornalino” di Romena. Lo potete leggere e scaricare a questo indirizzo. Il giornalino si intitola “Tempore famis” proprio come il percorso che abbiamo intrapreso in questi mesi di emergenza-virus, e contiene le riflessioni di alcune figure storiche di Romena e una selezione dei tanti contributi dei testimoni speciali del nostro tempo che in questo periodo abbiamo condiviso con voi online.

Alla vigilia di quella che tutti chiamano “Fase 2” ci è sembrato prezioso e utile poter provare a leggere nel profondo i segni del tempo che abbiamo vissuto in questi mesi di sofferenza per molti e di isolamento per tutti, e del tempo che vivremo d’ora in poi, tra incertezze e speranze.
Abbiamo pensato di condividere subito con tutti voi che in questo periodo ci avete seguito con tanto affetto questa rivista che, appena sarà possibile, sarà stampata e spedita a tutti coloro che sono iscritti.

Se volete, anche voi potrete ricevere a casa questo numero e quelli che seguiranno semplicemente iscrivendovi entro il 10 maggio con un’offerta libera che ci aiuterà ad affrontare i costi di stampa e spedizione, e a sostenere le attività di Romena.
Buona lettura.

 

“Favole di terra e di cielo”: Romena propone un e-book dedicato a tutti i bambini

Il ‘tempore famis’ diventa anche il tempo delle favole. Favole da raccontare ai bambini per aiutarli ad affrontare i giorni, sempre più impegnativi, di isolamento. Favole per aiutare i genitori a riaprire la porta della propria creatività. Le favole che proponiamo da oggi in un e-book sono “Favole di cielo e di terra”. Le ha scritte Chiara Bini, giornalista, ma anche scrittrice di favole, e non solo. Alcune di queste favole hanno avuto riconoscimenti importanti (come il premio “Vigevano” e il premio “Alfredo Rampi”) ma il loro valore dipenderà, d’ora in poi, da quanto riusciranno a coinvolgere i grandi e i bambini che le leggeranno.

Le abbiamo chiamate “Favole di terra e di cielo” perché il posto delle favole è sempre sospeso tra la concretezza e il sogno, tra la realtà e la fantasia. Non sono mai solo terra, mai solo cielo, ma un connubio sempre originale tra queste due dimensioni.
Ognuna delle otto favole è poi associata a una parola, a un valore, a un sentimento (libertà, gioia, fiducia, amicizia, fedeltà…) perché lo richiama, lo fa assaporare. E perché quella parola può essere strumento di un gioco da continuare in famiglia, per spingere il racconto in altre direzioni.

IIn questo percorso di fantasia ci accompagna anche una bravissima illustratrice, Roberta Ripaoni, che ci ha regalato l’immagine di copertina del libro: Roberta ha inserito il suo personaggio in una bolla, esattamente la bolla dentro cui viviamo in questo tempo, ma ha legato alla sua mano un grande quadrifoglio, simbolo di speranza e fortuna.
Roberta ha anche firmato l’illustrazione che accompagna la “Marcia dei sogni” la favola che rendiamo disponibile a tutti come audio-lettura per invitarvi a entrare in questo mondo di fantasia. Legge questa favola Andrea Pegoretti, prezioso collaboratore di Romena, appassionato di letteratura per l’infanzia.
Le “Favole di cielo e di terra” si possono acquistare sul sito dei libri di Romena a questo link. Un solo click e subito dopo  l’acquisto potrete leggerle su ogni tipo di computer, smartphone, tablet, e-reader.
Qui sotto potete ascoltare una delle favole: la marcia sei sogni:, illustrazioni di Roberta Ripaoni e lettura di Andrea Pegoretti

 

 

 

“Tempore famis”, l’intervento di Franco Arminio: “Rimettere al centro il sacro”

E’ una delle voci più ispirate e profonde che abbiamo ascoltato in questi mesi di emergenza. Franco Arminio, scrittore e poeta tra i più amati nel nostro Paese, ci ha inviato la sua testimonianza in “tempore famis”.
Nel suo intervento Arminio evidenzia ciò che lo ha più toccato del dramma che stiamo vivendo: “Mi ha molto ferito il fatto che si muore senza funerali. Trovo scandaloso che si muoia senza almeno immaginare un rito alternativo: come si va al supermercato, si potrebbe andare a omaggiare un defunto dentro una bara con tutte le norme rispettate”.

Questa attenzione all’uomo, al valore di ogni vita, in tutti i suoi passaggi si rispecchia anche in ciò che Arminio pensa, guardando al futuro, al dopo-emergenza. “Il virus si è avventato su una società sfinita, spiritualmente moribonda. Ed è da qui che dobbiamo ripartire. Dal sacro. Dobbiamo rimettere al centro nella vita di ciascuno, nelle nostre piccole comunità il senso del sacro”.

 

“”La bellezza che ci appartiene”: esce come e-book il nuovo libro di Josè Tolentino Mendonca

La bellezza delle piccole cose ci può aiutare. Anche in tempore famis. E’ l’invito che ci arriva dal libro “La bellezza che ci appartiene” di Josè Tolentino Mendonca che esce oggi per le Edizioni Romena in formato e-book.
Per averlo basta andare in questa pagina, acquistarlo e un attimo dopo potrete leggerlo su computer, tablet, smartphone e lettori e-reader.

Poeta, scrittore, sacerdote, considerato una della più grandi voci della cultura portoghese, Mendonca è stato di recente nominato Cardinale da Papa Francesco.
La sua voce è profonda, calda, viva, avvolgente e così le sue parole, che arrivano come carezze.
Nel libro “La bellezza che ci appartiene” Tolentino ci offre tante perle estratte dal mare del quotidiano, perle che ci possono essere preziose per risvegliare quella bellezza che è dentro di noi.
La sua voce è profonda, calda, viva, avvolgente e così le sue parole, che arrivano come carezze.

Il libro raccoglie una serie di interventi pubblicati dal Cardinale portoghese sul quotidiano Avvenire e anche i contenuti del bellissimo incontro a Romena, sul tema “Nutrire la vita”.
In questo video potrete rivede alcuni brevi passaggi di quell’indimenticabile incontro.

 

Esce come e-book il nuovo libro di don Luigi Verdi: “I bambini e gli innamorati ci salveranno”

Leggere i segni di questo tempo, farli maturare dentro di noi, e trasformarli in germoglio di vita. E’ questo il viaggio cui ci invita don Luigi Verdi nel suo ultimo libro, “I bambini e gli innamorati ci salveranno. Il libro esce oggi in formato e-book ( a soli 5 euro).
Chiunque potrà acquistarlo con un click  entrando in questa pagina e leggerlo un istante dopo. Un’operazione semplice per entrare in contatto con le riflessioni del fondatore di Romena in questo tempo di crisi.
Il libro è suddiviso in tre parti: nella prima c’è il faccia a faccia di don Luigi con il vento sconvolgente del virus, con il dolore, la preoccupazione e l’isolamento che ha portato nelle nostre vite. Un impatto crudo, con una realtà nuova che però potrebbe anche stimolarci a trasformare i ritmi di vita folli e inumani cui ci eravamo assuefatti.
La seconda parte ci porta a contatto con l’unica energia di vita che può salvarsi, anche in una crisi tremenda: l’amore. In questa parte Don Luigi ha raccolto tutti i pensieri che erano al centro del percorso di incontri “L’amore , fattelo bastare”, che fino a fine febbraio ha tenuto in tante città italiane.
Infine la terza parte è una lettera aperta “Ai viandanti di Romena”, in cui don Luigi racconta il vuoto di questi giorni, la mancanza della gente, degli incontri, e il bisogno di tornare, appena possibile, a viverli. “Voi – scrive – mi siete casa. Per questo vorrei di nuovo lasciarmi salvare dal vostro passare. Per questo attendo, davanti a questa porta sempre aperta, di veder transitare la luce calda della vostra umanità”.

Fai clic per accedere a i-bambini-e-gli-innamorati-salveranno-il-m-luigi-verdi-pagine-5-6.pdf

“I giorni della tenerezza”: disponibile il primo e-book di Romena

Si apre un nuovo canale di comunicazione a distanza con Romena: è finalmente possibile avere a disposizione i nostri libri in formato e-book, con la possibilità di leggerli sul computer, sullo smartphone, sul tablet, sull’e-reader.
La procedura è semplicissima: basta un click e potrete effettuare, da subito, l’acquisto del libro digitale – a soli 5 euro – (metà del costo di copertina)…e in pochi secondi lo potrete scaricare e leggere!
Un modo per entrare nella profondità della settimana santa anche restando a casa, e dare un aiuto alla Fraternità.

Il primo libro scelto per la versione digitale è “I giorni della tenerezza” di Angelo Casati. Non è un caso: sta per cominciare la settimana santa e questo libro permette a ciascuno di voi di viverla con un compagno di viaggio speciale: Angelo Casati.
Il sacerdote che “parla sottovoce” di Dio ci conduce con il suo stile poetico e profondo nel cuore dei giorni di Pasqua, ci accompagna nei giorni cruciali della vicenda di Gesù, nel luogo decisivo di ogni incontro con Lui. Le sue meditazioni quotidiane accendono una luce delicata e poetica sui giorni della settimana santa, la sua Via Crucis, infine, scandisce i principali momenti della Passione di Gesù per trasformarli in orizzonti di libertà.

https://romenaccoglienza.it/catalogo/i-giorni-della-tenerezza-ebook/94?fbclid=IwAR2BesY3y3iEGArhwpBBJ8vX3b-dCsiFzZx3iV4nMEW7_9IO-3O8-4BJVD4