Il ritorno di Padre Luciano

“Vengo, vengo volentieri” ci ha detto rispondendo al nostro invito. E domenica prossima, 2 luglio, padre Luciano Giovannetti, vescovo emerito di Fiesole, tornerà a Romena. Tornerà cioè a salutare quella realtà che ha contribuito a far nascere, regalandole tutta la libertà di cui aveva bisogno, e tutta la fiducia necessaria a sostenerne il cammino.
Giovannetti fu il Vescovo che accompagnò don Luigi durante i suoi inizi, che lo seguì nella sua fase di crisi, quello che accettò la sfida di far nascere, dal cuore di quella crisi, la Fraternità, e che poi, fino al termine del suo mandato, nel 2010,   ha seguito la nostra realtà senza mai invadere, ma anche senza mai privarci del suo sostegno.
In questi ultimi anni abbiamo incontrato più volte padre Luciano, ma questo è un invito speciale: domenica 2, ore 15, nel nostro auditorium parleremo con lui di questo percorso, di come lui lo ha accompagnato. Sarà un modo per conoscere ancora meglio le nostre radici, il nostro cammino, per ricevere qualche prezioso consiglio. E sarà anche un modo per dirgli, ancora una volta, grazie.
Nell’occasione pubblico qui, di seguito, una lettera aperta che pubblicammo nel giornalino di Romena quando Giovannetti concluse il suo servizio a Fiesole…

Continua a leggere

Annunci

A Napoli, con tanta voglia di sud

Dopo Padova e Loppiano, il vascello di Romena ora punta verso sud. Sabato prossimo, 25 marzo, saremo a Napoli (Auditorium dei Salesiani, via Scarlatti 29, ore 15)  per completare questo breve ma appassionante tour di incontro con i tanti amici di Romena sparsi per l’Italia. Nell’incontro di sabato percorreremo idealmente i passi che ci portano alla sesta tappa della nostra via della resurrezione, quella dedicata alla parola Fedeltà.

Come possiamo essere fedeli alla vita? sarà questa domanda che innescherà il nostro pomeriggio di incontro, di ascolto, di riflessione. E anche questa volta ci accompagneranno testimonianze speciali…

Continua a leggere

Il nuovo giornalino

Dio1E’ in arrivo il nuovo numero della rivista di Romena, quello che da sempre chiamiamo affettuosamente “il giornalino”. E’ un numero speciale. Lo abbiamo dedicato interamente ai  incontri “Perchè avete paura?” e “Una fede nuda” che abbiamo organizzato quest’anno. Sono stati due percorsi bellissimi, e ci piaceva poterli raccontare a chi non c’era o farli rivivere a chi era stato presente. Il ‘giornalino’ quindi contiene, tra l’altro, i passaggi più significativi degli interventi di ospiti come Roberto Mancini, Antonietta Potente, Ermes Ronchi, Marina Marcolini, Maurizio Maggiani, e il testo dell’intervento che ci ha trasmesso via telefono Luigi Ciotti. Ma l’obiettivo di fondo è quello di cercare di trasmettere un clima, un’atmosfera, che, in quei giorni  tutti insieme, abbiamo condiviso non tanto o  non solo per il valore di un’intervento quanto, credo, per aver messo al centro di tutto, in quel fine settimana, la relazione, una relazione feconda fra tutti noi.

Mi piace anticiparvi una pagina di quello che potrete leggere. E’ una sintesi dell’intervento di don Gianni Marmorini all’inizio del cammino di “Una fede nuda”. Un cammino che quella sera, prevedeva la testimonianza di un uomo che aveva conosciuto il più terribile dei luoghi progettati dall’uomo. Dov’era Dio? Perchè non lo ha impedito? Erano queste le grandi domande che avrebbe sollevato  inevitabilmente la sconvolgente testimonianza di Silvano Lippi, 92 anni, ex deportato nei lager nazisti…

Continua a leggere

A Rita

copertinaDomenica prossima le Lettere da Romena torneranno al punto di partenza, alla pieve luogo da cui sono state inviate. Non sarà una presentazione vera e propria, ma un’occasione per provare a mostrare quanta  energia, quanta bellezza, quante potenzialità sprigionino quei luoghi che si affidano al vento imprevedibile degli incontri.
Di incontri sono fatte le lettere che ho scritto, incontri che mi hanno toccato, cambiato, aiutato a crescere. Incontri nei quali ognuno può, se vuole, ritrovarsi o confrontarsi.
Il libro contiene lettere distribuite nel corso di venti anni e pubblicate nel nostro giornalino nello spazio chiamato Prima pagina. Una di queste, invece, è inedita. Apre il libro, lo spiega, è una dedica allargata. Rappresenta ciò che di più alto e profondo può creare un incontro: una meravigliosa amicizia.
Mi piace condividerla con voi in questo spazio.

Continua a leggere

Una fede nuda

P1010135Vorrei innanzitutto ringraziarvi tutti per l’attenzione e la partecipazione con cui state accompagnando la nascita di questo nuovo spazio e per la bellezza e la profondità dei vostri commenti. E’ un incoraggiamento prezioso.
Mi piacerebbe cogliere l’occasione di fare subito un passo in più e condividere con voi la preparazione del nostro giornalino…

Continua a leggere