Un saltimbanco tra le nuvole

seb-coloratoStamani Sebastian entrerà ancora una volta nella pieve. Lo aspetteranno i suoi tanti amici per stare ancora un po’ con lui, prima di salutarlo.
Sebastian Perret ha dedicato tempo e cuore a Romena in questi ultimi anni: aveva scoperto la nostra realtà grazie all’invito di un amico, fra Giorgio. Aveva deciso di rimanere. Gli sembrava che il Casentino fosse il posto giusto dove ambientare la sua vita e Romena lo spazio adatto cui offrirsi per collaborare, per fare esperienze, per crescere.
E’ durato tutto troppo poco. Oggi molti ci saranno, ma molti  non riusciranno ad andare a Romena. Per questo possiamo stare tutti  vicini solo unendo a distanza i nostri cuori. Maria Teresa Abignente ha scritto un pensiero profondo e delicato. Il giusto tessuto per tenerci tutti stretti. Nel ricordo di Sebastian.

 

seb_e_titoC’era il sole ieri, un cielo colorato come piaceva a te.
Dopo giorni di nuvole e pioggia finalmente ieri un cielo azzurro con nuvole bianche a macchiarlo.
Non era un cielo di morte, non faceva pensare alla morte; non c’erano gocce che potevano assomigliare alle lacrime.
Te ne sei andato dopo averlo guardato. Come se ti avesse fatto male.
O forse hai voluto saltare in quel blu: per te sarà stato come fare una capriola.

E noi ora ti immaginiamo a fare giochi di prestigio e piroette: un saltimbanco tra le nuvole, colorato, sorridente e bello. Con il naso da pagliaccio e i vestiti a toppe e un sorriso largo.
A far ridere Dio.
Se puoi, come puoi, manda un sorriso anche a noi.

                                                                                                  Maria Teresa

sebastien_perret-vi_saluto-ci_rivedremo

Annunci

5 thoughts on “Un saltimbanco tra le nuvole

  1. Lo incontravo alla Messa di don Gigi, sempre sorridente…. I ragazzi che “saltano” nell’immensità del Cielo azzurro , prematuramente, sono tutti figli miei, come il mio Davide . Chissà se si incontreranno e ci doneranno una nuvola che si impiglia sull’albero a noi vicino …..
    Simonetta

  2. L’ultima volta che gli ho stretto la mano per il segno della pace, il 15 agosto scorso. Il tuo sorriso Sebastien rimarrà nei nostri cuori! Da Asti un abbraccio a tutti coloro che gli erano vicini e a don Gigi che, senza accorgersene, ci ha dato la possibilità di conoscerlo…

  3. Ieri la notizia è arrivata come un colpo a cuore, un tradimento e me la sono subito presa con Dio come faccio sempre quando mi strappa – soprattutto prematuramente secondo i miei criteri- le persone a cui voglio bene. Sebastian era una di quelle. L’ho conosciuto qualche anno fa, quandommi è venuto a prendere, con il suo bel cane bianco, alla stazione di Pratovecchio. Mi ha fatto subito uun ‘ottima impressione: gentilissimo, simpatico, buono. L’ho rivisto poi tante volte agli incontri di Romena, ho fatto la preparazione al Natale con lui, insomma lo consideravo proprio un amico e questo distacco mi addolora. Confido che un giorno lo incontrerò di nuovo e ci riabbracceremo. Per ora gli chiedo di aiutarmi dall’aldilà …

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...