Il potere dei segni

papabaciabimbo1Lunedì prossimo un papa si affaccerà su quell’enorme cimitero che è il Mediterraneo per rendere omaggio a chi ha visto naufragarvi insieme la sua vita e le sue speranze.
La notizia della visita a Lampedusa la conoscete. Vorrei però condividere con voi un sentimento: un sentimento di liberazione.
Finalmente! Finalmente accade quello che abbiamo chiesto, sentito, sperato. Che un papa decida un suo spostamento così, fuori dai protocolli, fuori dalle routine, fuori dagli schemi, rifiutando i codazzi politici,  solo per obbedire a un’urgenza. L’urgenza di dire che la chiesa è lì, lì dove si soffre, lì dove si muore.  E dove altrimenti dovrebbe stare?  Don Tonino Bello diceva che bisogna contrapporre ai segni del potere il potere dei segni. Una notizia come questa dà fiato alle sue parole…

Lampedusa, dunque. Suggerisco a Maria Cristina Carratù, se non lo ha fatto, di aggiornare il suo elenco. La mia amica giornalista sta infatti segnando, numerando e condividendo con gli amici tutte le cose inattese, impreviste e liberanti che papa Francesco sta facendo accadere. Lei le chiama, affettuosamente “le ganzate” di papa Francesco.
L’ultima che mi ero segnato riguardava la sua pronuncia sullo Ior, la banca vaticana. Era la numero 37. Ma è un aggiornamento provvisorio. Tutto può succedere, ogni giorno. Per questo mi piace tanto questa simpatica iniziativa di Maria Cristina, tanto che le ho chiesto di recuperarmi l’elenco dall’inizio: il rischio, infatti,  è che ci dimentichiamo tutti i passi di questa meraviglioso, festoso, pacifico tentativo di ritorno della chiesa verso se stessa.
In questo momento così appannato della nostra storia, immersi come siamo in una democrazia così pallida, come la descrive don Ciotti, accompagnare, segnalare, ricordare i passi di papa Francesco ci fa bene, ci dà entusiasmo, ci spinge, ci emoziona.

Allora Lampedusa, “ganzata” numero 38, immagino. La più bella, la più attesa, la più toccante.
Papa Francesco, si legge, pregherà per i defunti, parlerà con i superstiti, incoraggerà gli abitanti dell’isola. Non c’è nulla di più straordinario della semplicità di esserci, a nome di tutti noi. 

Annunci

9 thoughts on “Il potere dei segni

  1. Condivido quel “finalmente” . Questo Papa nella sua autenticità è un vero rivoluzionario e noi assistiamo con stupore al verificarsi di eventi che non osavamo più nemmeno sperare che accadessero , tanto eravamo abituati e rassegnati a considerare la Chiesa potente tra i potenti.
    Davvero un segno straordinario e che riaccende le speranze per un mondo migliore ! Era giusto che partisse dalla Chiesa, e da chi sennò?

  2. Questo PAPA CON LE SUE “GANZATE”è proprio la persona che ci voleva…come Gesù del resto,perche ci sentissimo “SUOi”, noi i piccoli, i poveri..e il cuore si aprisse all’amore…..e ci fa sentire fratelli,,,,bellissimo!!!!

  3. Cari tutti,
    ho appena finito di ascoltare Francesco alla tv in sala Nervi, è stato tutto una ‘ganzata’, credo davvero che il conto della tua amica, Massimo, spariglierà…una ganzata ogni minuto e mezzo…, se trovate la registrazione online non perdetela! Dalla libertà alla gioia, dalla tenerezza al celibato, alla maternità-paternità, da una Chiesa povera all’allegria di essere figli e fratelli, di generare all’amore. Abbiamo tanto desiderato che il vento soffiasse ed ora le vele pare prendano finalmente quel vento, la barca va sul Mediterraneo, come non osavamo più sperare… andiamoci tutti a Lampedusa, ogni giorno, per strada, nelle carceri, nelle povertà; stiamoci col cuore anche noi, in tutte le diaspore. Segni e significati, finalmente! Qui da Roma a Romena, passo e chiudo: cielo terso, aria più limpida e sgombra, gioia grande, dal 13 marzo fiorisce primavera

  4. Grazie a Francesco e grazie a voi di Romena. Non ci credevo più e adesso riesco solo a piangere di gioia e di speranza. Vi abbraccio. Elena

  5. A questo proposito sto leggendo un libro molto bello…..”il loro sgaurdo buca le nostre ombre” – dialogo tra una non credente e un credente sull’handicap e la paura del diverso. Julia Kristeva e Jean Vanier. Meraviglioso il contenuto, il senso, la profondita’. Ciao

  6. Adoro questo PAPA (Papà) che ogni giorno ci dona tenerezza, attenzioni, richiami amorevoli. Finalmente finalmente finalmente …. con Papa Francesco mi sento a casa, mi sento figlia, come quando vengo a Romena …. Ogni giorno e’ un GRAZIE immenso al Signore che ce lo ha donato. Buona giornata a tutti !!!!

  7. Sembrava impossibile che un Papa potesse soppiantare nel cuore dei cristiani Giovanni Paolo II. Francesco c’è riuscito! Il mistero della Chiesa continua….

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...