Sulle ali della parola “Amore” con Ermes e Marina

Vorrei invitarvi a leggere un libro. Un nostro nuovo, piccolo libro.
Ne val la pena anche solo per la parola con cui vi attende in copertina. “Amore”.
Ne val la pena soprattutto per il dispendio meraviglioso di vissuto che vi si trova dentro.
Non ve lo racconto. Non saprei come. Già è stata dura, per me, scriverlo, cercando di tenere nel giusto modo gli argini di un fiume di parole, di poesie, di tenerezza, di intuizioni.
C’è però un bel modo di accedere a questo testo, che è parte della nostra collana sulla via della resurrezione. E il modo è ascoltare o anche vedere come i due protagonisti di questo libro, Ermes Ronchi, frate, teologo e poeta, e Marina Marcolini, scrittrice e docente universitaria, lo hanno presentato a Romena durante il nostro convegno sull’amore…

In realtà non lo hanno solo presentato. Lo hanno proprio riscritto trovando nuovi spunti, nuove idee, e soprattutto affidandosi al faccia a faccia con quella sala traboccante di gente, un faccia a faccia nel quale hanno messo dentro se stessi, integrando armoniosamente la loro complementarità: un uomo, una donna, un religioso, una laica.
Quando avrete a disposizione un’ora e un quarto di tempo, dedicatela a questo ascolto. Perché l’amore merita questo spazio, merita questa poesia, ha bisogno di queste parole con le ali: “In ogni storia d’amore concreta –  dicono Ermes e Marina – si può vivere il mistero totale dell’amore, che è Dio. Quando amiamo profondamente qualcuno, Dio sta già lì”.

Prima di scrivere questo post mi sono riguardato il finale dell’incontro. Quell’applauso infinito, liberatorio, quello spontaneo ‘grazie’ del cuore. E poi Marina, Marina che si prende il microfono e chiede, a sua volta, di farsi abbracciare. Non si vede, questo, nel filmato, ma da quel momento sarà una infinita serie di abbracci, di parole sussurrate, di emozioni da condividere.

Ecco, questo è il finale dell’incontro e anche del libro: dire grazie con un abbraccio chi si è sottoposto alla prova di parlare dell’amore, tenendolo sempre vicino alla nostra umanità. A chi è entrato nel senso vivo di questa parola, lasciandole la libertà di parlare al cuore di ciascuno di noi.

Annunci

One thought on “Sulle ali della parola “Amore” con Ermes e Marina

  1. Pingback: » Dal blog della Fraternità di Romena: Sulle ali della parola “Amore” con Ermes e Marina

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...